venerdì 9 agosto 2013

30 Giorni di Fumetti N.4 - Un fumetto che sa come commuoverti


Sarò banale, sarò scontato, e son sicuro ci sian miriadi di altri fumetti in grado di veicolare sentimenti sinceri in maniera più convincente, ma a livello strettamente personale NIENTE mi ha fatto commuovere come One Piece.

Dirò qualcosa di già detto e ridetto, ma solo un vero genio può farti piangere per una nave.
Anche se quell'insensibile di Sommobuta non ha versato mezza lacrima.
Insensibile.


Heil Karin!

4 commenti:

  1. Io ho veramente pianto come una ragazzina quando Rufy perde uno dopo l'altro i suoi compagni nell'Arcipelago Sabaody, ma anche quando Zoro perde la prima volta contro Mihawk e giura a Rufy che non perderà mai più. E ovviamente la scena della Going Merry che hai già citato. E poi in generale i flashback, soprattutto quello di Chopper, secondo me quello che ha avuto il passato più triste :'(

    RispondiElimina
  2. PK al quadrato, l'addio di Uno mi fa piangere ancora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Al Quadrato"!
      Ricordo i litigi, alle elementari, per decidere la corretta nomenclatura. Io ho sempre detto "picappadue". XD

      Elimina